ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Lunedì 20 Novembre 2017
Focus

Quei cookies... infidi compagni di acquisti

Lunedì 08 Febbraio 2010
autore: Roberto Rais
I “cookies” sono dei piccoli files di dati inviati dal browser al pc dell’utente ogni qual volta accede ad un sito Internet. Grazie al loro impiego è possibile per il gestore del sito in questione, tener traccia dell’attività dell’utente e memorizzare alcune impostazioni personali (ad esempio: dati di connessione, abitudini di acquisto, articoli inseriti in un carrello virtuale e altre informazioni commercialmente utili), al fine di recuperarle in occasione di una successiva visita alle pagine del medesimo sito.

Un interrogativo che da tempo accompagna il loro utilizzo è tuttavia legato alla loro portata, ossia fino a che punto può spingersi l’impiego lecito dei cookies?
Sebbene in passato, infatti, l'utilizzo di cookies sia stato più volte oggetto di polemiche per la loro eccessiva invadenza in termini di privacy, negli ultimi giorni negli Stati Uniti, alcuni enti di ricerca avrebbero lanciato un chiaro allarme: i cookies sarebbero utilizzati sempre più per discriminare le condizioni di vendita applicate ai potenziali acquirenti, generando pratiche commerciali piuttosto scorrette.

Nonostante la logica alla loro base sia infatti apparentemente innocua, un numero crescente di venditori online starebbe sfruttando la loro potenzialità per rendere le proprie offerte sempre più flessibili in termini di prezzi in base al tipo di utente che visita il proprio sito. Di conseguenza, visitando alcuni portali di e-commerce, non sarebbe affatto raro riscontrare l'applicazione di condizioni di vendita differenti a seconda della zona di appartenenza o dell'età anagrafica dei visitatori-acquirenti, con maggiori oneri per gli adulti che vivono in quartieri di pregio, e ribassi significativi dei prezzi per i più giovani. Molti i siti in cui sarebbe in atto da tempo la pratica in oggetto: tra gli habitué, sarebbero stati già segnalati un noto portale di musica online, diversi siti di prodotti letterari, e alcune vetrine virtuali di abbigliamento.

Ad ogni modo, nonostante quanto l'opinione pubblica americana ritenga la pratica illecita e discriminatoria, la prassi commerciale sopra descritta è purtroppo legale, visto che -entro certi, ampi, limiti- è del tutto lecito che un negozio online possa vendere la stessa merce a prezzi diversi.

A questo punto l’interrogativo è ovvio: come evitare di diventare “vittime” di questo tipo di cookies e dover pagare un articolo ad un prezzo differente rispetto ad un altro utente?
I suggerimenti più utili per evitare di subire prezzi “discriminatori” sarebbero diversi, in particolare vi è chi consiglia di utilizzare diversi computer per fare acquisti in rete, cancellare periodicamente i cookies dal pc, comparare i prezzi nei siti web concorrenti, evitare di allontanarsi da un sito di e-commerce lasciando oggetti nel “carrello”, e infine annotare gli acquisti effettuati in passato su di un sito per confrontarne l'evoluzione dei prezzi nelle successive visite al medesimo.

Roberto Rais


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Ultimi commenti inseriti...
Scritto da Magda Lam il 31/07/2011 alle ore: 14:46
Vi siete accorti che quando si visitano certi siti che vendono vestiti poi le pubblit? che esce nei banner sugli altri siti sono tutte di vestiti?
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questa notizia. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
b*cde

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera a - (Per es. se la parola è ab*dh digita abadh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
CATUSCIA in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"ho fatto un acquisto per telefono che prevedeva merce che avrei pagato dopo un mese circa. Dopo due chiamate del corriere che sarebbe venuto, ahimè niente...."

Andrea in L’IVA nel commercio elettronico...
"L'iva per i prodotti digitali non tangibili ( esempio abbonamento al servizio online della playstation denominato Playstation plus ) e venduto escusivament..."


Giuseppe in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"Salve, ho acquistato un apparecchio elettronico in Korea, mi vogliono fare pagare l'IVA in dogana è regolare?non esiste un accordo di libero scambio con la..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies