ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Venerdì 24 Novembre 2017
Focus

Pronte le nuove regole sull'e-commerce b2c: il recesso sale a 14 giorni. Delusione per le aste on line.

Martedì 14 Ottobre 2008
autore: Redazione InterTraders
E' pronta e in attesa di approvazione da parte del Parlamento Europeo la nuova direttiva dedicata all'e-commerce business to consumer. Il nuovo atto comunitario, ribattezzato “Direttiva sui diritti dei consumatori”, arriva dopo un periodo di gestazione di oltre 6 anni e pone una serie di importanti regole dedicate ai consumatori in generale, con particolare interesse per il commercio elettronico b2c.

La nuova direttiva oltre a unificare e rafforzare il contenuto delle 4 precedenti dedicate alla tutela dei consumatori (direttiva 85/577/CEE, direttiva 93/13/CEE, direttiva 97/7/CE e direttiva 99/44/CE), mira a facilitare e incoraggiare il commercio b2c all'interno dell'Unione Europea; decisione, quest'ultima, secondo la Commissione Europea, dettata dall'eterogeneità creatasi negli anni tra i vari Stati dell'UE col recepimento delle direttive europee proconsumatore.
Una discrepanza particolarmente evidente ove si pensi ad es. che in alcuni Stati la garanzia legale di conformità ha una durata maggiore dei due anni previsti in gran parte delle nazioni europee (tra cui l'Italia); divario simile si registra per il diritto di recesso, il cui termine per l'esercizio si restringe in alcuni Stati a soli 7 giorni, mentre in altri arriva a due settimane!

I veri problemi che la direttiva mira ad affrontare sono, tuttavia, quello della scarsa competitività transfrontaliera tra i venditori europei e della diffidenza dei consumatori negli acquisti intracomunitari. Due aspetti non da poco se si considera la condotta di alcuni commercianti europei che, consapevoli di ciò, pongono da tempo prezzi differenti per uno stesso prodotto a seconda della nazione di vendita (uno stesso modello di lettore mp3 ad es. costa 179 euro in Spagna e 231 euro in Romania, mentre un particolare modello di fotocamera digitale Panasonic costa 230 euro in Italia e 306 euro in Finlandia!)

Ma quali sono le principali novità regolamentari previste dalla nuova “Direttiva sui diritti dei consumatori”?

Abbiamo visionato in anteprima per i lettori di InterTraders il testo in fase di approvazione e ne elenchiamo a seguire le novità a nostro parere più rilevanti, riservandoci sin da ora di ritornare sull'argomento in futuro quando l'atto -salvo eventuali emendamenti- entrerà in vigore nell'Unione Europea:

1) Massima trasparenza precontrattuale da parte dei venditori, i quali dovranno integrare gli attuali obblighi di informazione proconsumatore (previsti nel nostro ordinamento dal D.Lgs. n.70 del 2003 e dal D.Lgs. n.206 del 2005) con ulteriori indicazioni sul bene venduto, sul suo prezzo di vendita e su eventuali addebiti solitamente resi visibili solo in fase di chiusura dell'ordine on line. In quest'ultimo caso, ogni eventuale omissione prima della conclusione del contratto farà venir meno per il consumatore l'obbligo di sostenere tali spese.
2) Obbligo minimo di informazione per i commercianti anche nelle transazioni concluse a mezzo telefonino (mobile-commerce).
3) Potenziale riconoscimento delle garanzie proconsumatore anche per le compravendite a distanza c2c.
4) Nuovi termini per l'invio della merce al consumatore e per il recesso da parte di quest'ultimo. Nel primo caso, qualora la consegna non avvenga entro 30 giorni dalla conclusione dell'ordine, nei 7 giorni successivi allo scadere di detto termine, al consumatore dovrà essere rimborsato l'importo pagato. Inoltre, finché la merce non verrà consegnata materialmente al consumatore, a risponderne di eventuali danni sarà il commerciante.
Per il diritto di recesso, invece, il termine per l'esercizio sale a 14 giorni, al consumatore dovrà ovviamente essere rimborsato oltre al costo della merce anche quello delle spese di spedizione sostenute dal venditore per inviargliela. La riconsegna dei beni da parte del consumatore, inoltre, una volta comunicata la volontà di recedere dovrà avvenire entro 40 giorni. Per agevolre l'esercizio del diritto di recesso il venditore potrà predisporre anche un apposito formulario on line.
5) Definizione chiara della procedura prevista a favore dei consumatori che hanno acquistato prodotti difettosi: riparazione, sostituzione, riduzione del prezzo e risoluzione del contratto (attualmente già prevista dal nostro Codice del Consumo).
6) Ampliamento dell'elenco di clausole c.d. vessatorie e predisposizione di una lista “grigia” di clausole da considerarsi inique salvo che il commerciante non dimostri il contrario.

Come è evidente, essendo la direttiva frutto dell'unificazione di altre 4 direttive proconsumatore, riordina e richiama regole in parte già in vigore da tempo nel nostro e in altri Paesi europei. Il fine per cui il legislatore comunitario intende "adattare" ai giorni nostri una disciplina comunque vecchia di un decennio, resta principalmente quello di infondere fiducia nei consumatori che concludono contratti a distanza o al di fuori dei locali commerciali, invogliandoli al commercio intracomunitario.

Nonostante ciò, la vera delusione che emerge da questa "anteprima" resta a parer nostro quella sulla disciplina applicabile alle aste on line.
Si è pubblicizzato molto questo preannunciato intervento comunitario, proprio per le novità che avrebbe apportato in materia di aste, ma l'unico aspetto rilevante è quello -comunque non esplicitato- dell'obbligo di informazione precontrattuale per i venditori all'interno delle tradizionali aste on line.

Per il resto, invece, a parte l'espressa esclusione del diritto di recesso per le vendite all'asta (eccetto per le aste con prezzo fisso - il c.d. “Compralo Subito” di eBay) e la vantaggiosa esclusione per i provider d'aste della qualifica di intermediario, il testo attuale della direttiva non aggiunge altro in materia, nè si preoccupa di definire aspetti e qualificazioni relative al tipo di contrattazione conclusa in occasione di un'asta on line.

Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questa notizia. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
abd*e

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera c - (Per es. se la parola è ab*dh digita abcdh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
Valentina in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"Ragazzi anche io ho avuto a che fare con il presunto chirurgo, con me era una donna, Manuela Garcia, chirurgo a Granada con la famigliola felice al seguito..."

sara in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"manuela1966garcia@gmail.com questa è la nuova email di questo fantomatico chirurgo ma sta volta è una donna e si chiama manuela Garcia per un appartamento..."

Ciro in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"salve, ho utilizzato piu volte il servizio di spedizioni "spedirecomodo.it" mi sono sempre trovato bene, fino a quando mi e successa una cosa inusuale, eff..."

Marta in La truffa dei cuccioli sbarca nel Bel Paese, le puppy scams anche in I...
"NON ABBIATE A CHE FARE CON martinakurts33@gmail.com E l agenzia con il quale vi mette in contatto. Purtroppo ha molti annunci online e non saprei come den..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies