ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Martedì 21 Novembre 2017
Focus

Internet e Mobile banking, criminali più agguerriti e cellulari sempre più vulnerabili.

Lunedì 28 Luglio 2008
autore: Redazione InterTraders
Brutti tempi per chi si accinge ad acquistare un cellulare (in particolare uno smartphone) o ne ha appena ricevuto uno in regalo. Se il vostro fine è quello di sfruttare il dispositivo per il mobile banking, l'Internet banking o per l'e-commerce e non avete un minimo di protezione antimalware sul cellulare è bene che ci pensiate due volte prima di utilizzare l'apparecchio.

Più che una "nuova" tendenza, quella in crescita tra i criminali in questo periodo, è una maggiore consapevolezza delle vulnerabilità che affliggono i vari smartphone in circolazione (Nokia, iPhone, Blackberry e più in generale i dispositivi Symbian e Windows Mobile) unita alla disinformazione (o superficialità) di chi utilizza gli apparecchi in questione.
A ribadirlo in questi giorni sono gli esperti di Symantec e Appin, due leader della sicurezza informatica mondiale, secondo cui SMS, MMS, email, Bluetooth e connessione a Internet restano il principale tallone d'Achille nonchè veicolo d'infezione per gli smartphone (ma anche per i tradizionali cellulari e palmari), al punto che negli ultimi tempi crackers e truffatori starebbero sviluppando applicativi sempre più subdoli e difficilmente rilevabili dagli utilizzatori dei dispositivi in questione.

La domanda sorge spontanea: ma una volta infettato uno smartphone, cosa cercano di ottenere in particolare questi criminali?

L'obiettivo principale è innanzitutto quello di conoscere le informazioni di accesso ai servizi di mobile e on line banking, i dati bancari, il contenuto dei messaggi, i numeri telefonici e quant'altro è memorizzato sul telefono.
Nulla esclude, tuttavia, che il cracker di turno desideri andare oltre, magari in cerca di informazioni utili per compiere tipologie diversificate di illecito: è il caso in cui il malintenzionato, ad es., si avvale di software in grado di attivare silenziosamente la fotocamera del dispositivo mobile, di intercettare una conversazione telefonica, di effettuare una chiamata, inviare SMS o collegarsi a Internet a insaputa del possessore del cellulare. Il tutto senza necessariamente avere grande esperienza in campo informatico.
L'aspetto più preoccupante del fenomeno, infatti, è costituito dalla facilità con cui è possibile reperire in Rete applicativi e manuali per violare i dispositivi mobili altrui; su YouTube, ad es., sono molti i filmati amatoriali dedicati all'hacking di cellulari e smartphone, uno di questi (visibile a seguire) illustra in maniera particolarmente eloquente come, con l'ausilio di uno specifico software, uno smartphone sia in grado di controllare totalmente via Bluetooth un altro dispositivo ad insaputa del proprietario di quest'ultimo!



Quali sono, quindi, i consigli per evitare che il nostro telefono venga utilizzato illecitamente, che il nostro servizio di mobile banking registri movimenti non autorizzati sul conto corrente, o peggio, che qualcuno concluda compravendite on line tramite il nostro cellulare?

- Innanzitutto è bene installare sul cellulare un valido antivirus (dotato di protezione in tempo reale) e un firewall, tenendoli costantemente aggiornati;
- evitare di usare servizi di Internet e mobile banking con l'interfaccia Bluetooth attiva, specie se il contesto in cui si opera è costituito da luoghi particolarmente affollati (nella metro, in treno etc.), dove il rischio di incontrare curiosi o malintenzionati desiderosi di sondare il numero di dispositivi accessibili è maggiore;
- evitare di instaurare una connessione Bluetooth e scambiare dati con soggetti sconosciuti;
- scansionare in ogni caso periodicamente il dispositivo alla ricerca di software malevolo.


Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questa notizia. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
*cbde

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera a - (Per es. se la parola è ab*dh digita abadh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
sara in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"manuela1966garcia@gmail.com questa è la nuova email di questo fantomatico chirurgo ma sta volta è una donna e si chiama manuela Garcia per un appartamento..."

Ciro in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"salve, ho utilizzato piu volte il servizio di spedizioni "spedirecomodo.it" mi sono sempre trovato bene, fino a quando mi e successa una cosa inusuale, eff..."

Marta in La truffa dei cuccioli sbarca nel Bel Paese, le puppy scams anche in I...
"NON ABBIATE A CHE FARE CON martinakurts33@gmail.com E l agenzia con il quale vi mette in contatto. Purtroppo ha molti annunci online e non saprei come den..."

roberto in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"ESPOSIZIONE DEI FATTI CORRIERE SDA / NEXIVE. Dopo avere stipulato abbonamento con Mediaset Premium e richiesto dispositivo a comodato d'uso gratuito chiama..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies