ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Mercoledì 28 Settembre 2016
Focus

eBay, importanti cambiamenti nel sistema dei feedback. Truffatori e pulitori ringraziano.

Lunedì 04 Febbraio 2008
autore: Redazione InterTraders
Il 29 gennaio scorso eBay Italia ha ufficializzato l'introduzione di importanti cambiamenti nel funzionamento del sistema dei feedback. Una "evoluzione" che coinvolge tutti i portali di eBay nel mondo, ma che sin dalle prime ore in cui è stata resa nota non ha mancato di ingenerare malumori e perplessità tra gli ebayers.

Un vero peccato ove si pensi che le premesse sembravano esserci tutte per portare (finalmente) una bella ventata d'aria fresca nel sistema dei feedback, intento che emerge eloquentemente proprio dalle prime righe del comunicato, ove eBay precisa che:

"...col tempo è emerso che l’attuale sistema di feedback può inibire la volontà dei compratori di rilasciare giudizi oggettivi sull’esperienza d’acquisto. Sono dunque necessari dei cambiamenti che ridiano agli acquirenti fiducia nel sistema di feedback. "

Il comunicato integrale è visionabile al seguente link:

http://www2.ebay.com/aw/it/200801.shtml#2008-01-29160052

Entrando nel merito del "nuovo" sistema di feedback e plaudendo comunque allo sforzo di eBay di tutelare maggiormente chi acquista, una prima perplessità emerge dal seguente passaggio:

"Alcuni acquirenti temono che, qualora rilascino un feedback negativo al venditore, questo a sua volta ne lasci uno negativo di ritorsione. Non avendo piena fiducia nel sistema di feedback, si sentono meno sicuri nel fare offerte, e il volume di acquisti sul sito così come il prezzo finale raggiunto dagli oggetti in vendita ne risentono. L’analisi dei nostri dati ha confermato che i venditori rilasciano feedback di ritorsione con frequenza molto maggiore rispetto agli acquirenti.

Per questo motivo, a partire da maggio 2008, i venditori potranno rilasciare agli acquirenti solo feedback positivi (o non rilasciarne)."


A parer nostro tale decisione, oltre che essere troppo drastica e pregiudizievole nei confronti dei venditori, non potrà che far gioire i pulitori (individui il cui obiettivo è "annientare" i venditori più scomodi), oltre che essere ben accolta da chi si diverte a "sfregiare" il punteggio di feedback dei venditori rivali, aggiudicandosi tot aste e sparendo nel nulla dopo aver lasciato un voto negativo.
Certo, le nuove regole sul feedback prevedono per chi si è aggiudicato un'asta e non ha risposto alla controversia per ONP (offerente non pagante) la rimozione dell'eventuale voto negativo, ma chi ha avuto a che fare con dei pulitori sa bene che tale sistema viene quasi sempre eluso, rispondendo questi ultimi alla procedura in oggetto e arrivando a fornire documenti falsi pur di rendere "permanente" il proprio voto.

Alla luce di ciò anziché impedire ai venditori di lasciare voti negativi agli acquirenti, una soluzione -molto più democratica e funzionale- avrebbe potuto essere la seguente: permettere ad un venditore di vedere il voto lasciato da un acquirente solo dopo aver assegnato il proprio.

Nessuno ci ha pensato a San Jose?

Altre perplessità per quel che concerne le nuove regole sul feedback emergono dai seguenti punti:

"[...] Ecco gli altri cambiamenti che introdurremo per aiutare i venditori ad evitare feedback negativi:

* gli acquirenti dovranno aspettare almeno 3 giorni prima di rilasciare un feedback negativo o neutro, in modo da promuovere la comunicazione tra le controparti;

* i feedback dovranno essere lasciati entro 60 giorni dalla fine della transazione (oggi il limite è di 90 giorni); [...]"


Certo, è da salutare in maniera positiva la possibilità di attendere 3 giorni per rilasciare un feedback, ma nel caso in cui ci trovassimo di fronte a chi non ha niente di meglio da fare che danneggiarci il punteggio perchè frustrato o, peggio, pulitore di professione, i tre giorni perdono di significato.

Il secondo punto, quello dei 60 gg. come limite massimo per il rilascio del voto, diversamente genererà il malcontento tra gli ebayers che commerciano con l'estero.
Si pensi a chi acquista articoli da venditori extracomunitari e per la consegna della merce dipende necessariamente da CMP come quello di Milano Roserio... In teoria ha perso a priori la possibilità di lasciare un voto per la transazione...

E ancora: "A partire da febbraio 2008, la percentuale che indica i feedback positivi verrà calcolata sulla base dell’attività degli ultimi 12 mesi (e non sull’intera esperienza di compravendita degli utenti come ad oggi), poiché questo valore è più indicativo della performance dell’utente. Tutti i feedback negativi ricevuti più di 12 mesi fa non influenzeranno più la percentuale positiva dei feedback."

Concordiamo con la possibilità di offrire con questa nuova regola una valutazione più "attuale" e contestualizzata della condotta degli ebayers, anche se ciò comporterà una "redenzione" per chi ha rifilato "pacchi" in precedenza o ha raccolto voti negativi per i motivi più disparati.

Oltre a ciò, una domanda nasce spontanea: se un ebayer ha ricevuto 100 feedback positivi più di 12 mesi fa e 1 solo positivo negli ultimi 12 mesi (perchè magari ha interrotto le vendite e si appresta a riprenderle), proviamo ad immaginare che riflesso paradossale avrà un voto negativo ricevuto nel primo periodo rispetto ad uno ricevuto nel secondo periodo.
Un negativo ricevuto nel secondo periodo (ultimi 12 mesi) gli pregiudicherà notevolmente la % positiva dei feedback mettendolo sullo stesso piano di un utente neoiscritto o, peggio, di un truffatore.

Chiudiamo con le novità riportate nell'ultima parte del comunicato:
"Sempre a partire da febbraio 2008 i commenti di feedback da parte di uno stesso utente per più transazioni andranno a incrementare il punteggio di un altro utente fino a un massimo di una volta alla settimana (e non più una sola volta nella storia dell’interno account). Ad esempio, se un utente rilascerà 2 feedback positivi per un altro utente relativi a 2 diverse transazioni in 2 settimane diverse, il punteggio di quest'ultimo aumenterà di 2 punti. Il limite di una settimana (calcolata da lunedì a domenica) aiuterà a prevenire l’utilizzo di transazioni multiple per aumentare artificialmente il punteggio di feedback."

Una manna dal cielo per i truffatori e chi si autocostruisce il punteggio di feedback per ingannare gli utenti più inesperti!
Un ebayer neoiscritto -seppure a ritmo di 1 voto a settimana- potrà ad es. far lievitare il proprio punteggio acquistando da un altro account (magari sempre da lui gestito) oggetti di valore esiguo o insignificante col risultato finale di avere la stessa considerazione di chi si è costruito il punteggio vendendo beni di ben più ampio valore.
Un aspetto che insieme a quelli già visti, come alcuni utenti hanno già fatto notare sui forum dedicati ad eBay, alla lunga non gioverà, bensì minerà ulteriormente, l'attendibilità del punteggio di feedback.

Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica?
Lo Studio Legale Massa vanta in ambito nazionale ed estero competenze giuridiche e tecniche specifiche in materia.
Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio:
Avvocato Internet
Avvocato E-commerce
Studio Legale Internazionale
Avvocato Diritto d'Autore
In alternativa puoi anche contattare lo Studio attravero i recapiti indicati in questa pagina (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questa notizia. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
abdc*

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera e - (Per es. se la parola è ab*dh digita abedh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
massimiliano in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"io avrei dovuto ricevere della merce che invece non ho mai ricevuto, nonostante sollecitata più volte telefonicamente al venditore. Ho pagato a titolo di c..."

Roberto in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"Mi sono imbattuto nello stesso annuncio dello stesso dottore che adesso si fa chiamare David Alexander La***n e affitta un appartamento a Roma a Via France..."

Dante in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"Ma anche su material vintage e fuori produzione, oggetti da collezionismo (per di piu' ricevuti gratis e anche dichiarati come regalo) e' dovuta l'iva? Pos..."

RAFFAELE in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"HO RICEVUTO UN OGGETTO DAL SUD AMERICA PER RIPARARLO IL SUO VALORE E' DI 1000 $ MI HANNO CHIESTO LA VALUTA IN EURO 923,00 PERCHE' DEVO PAGARE OLTRE ..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2016 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies