ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Lunedì 20 Novembre 2017
Focus

Storie di merce comprata e mai consegnata

Mercoledì 16 Giugno 2010
autore: Redazione InterTraders
Quando si compra in Rete, si sa, spesso si teme che il venditore -azienda o privato che sia- intaschi il denaro senza spedire la merce o che semplicemente non invii quella promessa. Una paura certamente fondata per chi si affaccia al mondo dell'e-commerce, è ai suoi primi acquisti e non ha quindi molta esperienza con le transazioni online.

E' anche vero, tuttavia, che in un compravendita online acquirente e venditore non sono gli unici attori coinvolti e buona parte dell'esito della transazione è spesso nelle mani di chi ha il compito di far pervenire l'acquisto materialmente nelle nostre mani, ossia di chi gestisce il trasporto e la consegna della merce a destinazione.

Abbiamo già affrontato in passato l'argomento "spedizioni", pubblicando ora dei quesiti posti dai nostri lettori su alcuni noti problemi riscontrati in fase di consegna degli ordini evasi, ora un resoconto sulla nomea che il nostro sistema postale vanta infelicemente all'estero.

Torniamo nuovamente a farlo con una vicenda segnalata recentemente alla redazione.
Un nostro lettore, infatti, ha scritto raccontando la sua "sfortunata" esperienza con il personale di una piccola azienda di spedizioni e trasporti incaricata di effettuare consegne nella sua zona per conto di un noto corriere nazionale. Segue l'email (i nomi dei corrieri sono stati da noi volutamente oscurati).

"Gentile redazione, mi chiamo Vincenzo Basile vivo in Puglia e vorrei un parere su un fatto che oramai per me sfiora davvero l'incredibile....
Sono tre volte che compro su internet dallo stesso sito e quando aspetto l'ordine ho sempre problemi con la consegna! Il corriere non mi consegna i pacchi, e dice che non ha potuto consegnare perchè l'indirizzo era sconosciuto. L'ultima volta sono riuscito per un pelo a fermare il pacco che mi stava ritornando al venditore che me l'aveva spedito!! La cosa vergognosa è che ho fatto delle verifiche e in tutti e tre i casi la spedizione era fatta con ********** ma la consegna era fatta in subappalto dalla stessa ditta locale di trasporti!
Voglio assicurarvi che abito in una zona conosciutissima della mia città e secondo me questi furbacchioni non sono proprio passati a consegnare! Anzi secondo me non sono proprio entrati nel mio paese!!! Li ho chiamati per telefono e una persona con aria scocciata mi ha detto prima che il mio indirizzo non esisteva, poi che hanno telefonato e non rispondeva nessuno a casa mia! Tutto falso!!! Mai avuti problemi con altri corrieri, in casa ci siamo sempre e questi non sono passati proprio! Ma perchè fanno così? Secondo voi che ci guadagnano?!
Grazie, saluti. Vincenzo Basile."


Questo tipo di segnalazione purtroppo non ci è nuova.
Altri lettori in passato hanno denunciato problemi analoghi e guarda caso con società incaricate di consegne in subappalto a livello locale.
Escludendo l'ipotesi in cui effettivamente il corriere non sia riuscito a individuare l'abitazione del nostro lettore, a nostro parere più che dalla semplice negligenza, la scelta di dichiarare l'indirizzo sconosciuto e non premurarsi minimamente di fare la consegna, potrebbe essere dettata da varie ragioni di convenienza.

Si pensi ad esempio all'antieconomicità di una consegna quando l'azienda subappaltatrice ha il magazzino in una città, deve fare solo pochissime consegne in uno stesso paesino nell'arco di una settimane e magari, non avendo al pari delle più blasonate società nazionali di spedizioni, un grosso budget a disposizione, preferisce infischiarsene della consegna rimanandando la merce al mittente.

Altra ipotesi è quella legata alla volontà di incassare un certo importo ai danni del venditore o del corriere che in origine gestisce l'ordine evaso. E' il caso tipico in cui fra il vettore locale e il venditore o il corriere principale vi è un contratto con apposita clausola che prevede per la mancata consegna un importo extra a beneficio del primo.

Vista la circostanza, consigliamo al nostro lettore e a chi dovesse imbattersi in situazioni del genere di verificare sempre, prima di ogni acquisto futuro online, quale sia l'azienda incaricata di trasporto e consegna e, qualora ve ne fosse la necessità e il sito di e-commerce lo permettesse, di optare per un metodo di spedizione o per un corriere alternativo.

Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questo approfondimento. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
a*cde

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera b - (Per es. se la parola è ab*dh digita abbdh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
CATUSCIA in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"ho fatto un acquisto per telefono che prevedeva merce che avrei pagato dopo un mese circa. Dopo due chiamate del corriere che sarebbe venuto, ahimè niente...."

Andrea in L’IVA nel commercio elettronico...
"L'iva per i prodotti digitali non tangibili ( esempio abbonamento al servizio online della playstation denominato Playstation plus ) e venduto escusivament..."


Giuseppe in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"Salve, ho acquistato un apparecchio elettronico in Korea, mi vogliono fare pagare l'IVA in dogana è regolare?non esiste un accordo di libero scambio con la..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies