ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Lunedì 20 Novembre 2017
Focus

Google Translate, tante perplessità per un potenziale strumento di e-commerce

Lunedì 28 Maggio 2007
autore: Redazione InterTraders
MOUNTAIN VIEW (USA). Dopo un susseguirsi di voci durato mesi, mercoledi 23 maggio 2007 Google Inc. ha lanciato la versione beta di Google Translate, il primo servizio al mondo di ricerca e traduzione istantanea universale.
I vertici del primo motore di ricerca al mondo non negano il loro entusiasmo, evidenziando come il principale obiettivo sia quello di "rendere l'informazione mondiale universalmente accessibile agli utenti, superando barriere come quella linguistica".
Dichiarazioni che manifestano la volontà di potenziare in poco tempo il servizio, consentendo la traduzione di interi siti web da ed in tutte le lingue del mondo.

A Google Inc. precisano che il servizio è ancora sperimentale e che presenta imprecisioni nella traduzione, permettendo, tuttavia, di comprendere discretamente il senso ed il significato dei testi visualizzati.

Google Translate (disponibile al seguente link: http://translate.google.com/translate_s) debutta con un elenco nativo di lingue abbastanza variegato: francese, arabo, inglese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, portoghese, russo, spagnolo, cinese tradizionale e semplificato.

International Traders lo ha testato per i propri lettori, ma da uno sguardo accurato delle opzioni disponibili emerge già una forte limitazione per le lingue di partenza, permettendo la traduzione in italiano solo per le pagine in inglese.

E' nel digitare alcuni nomi celebri che tuttavia abbiamo riscontrato un grave malfunzionamento del servizio. Una traduzione fin troppo meccanica ed ambigua delle parole, ove si pensi che digitando il nome del noto cantante “Joe Cocker”, il traduttore restituisce in luogo del suo sito ufficiale quello del “cocker del Joe”.
Cercando “Stan Laurel e Oliver Hardy” la situazione non è di certo migliorata: il traduttore ha letteralmente travisato le parole incontrate, rendendo le note bibliografiche del duo comico, delle pseudoricette erboristiche.
Il peggio lo abbiamo riscontrato con gli acronimi: ricercando OMC (Organizzazione Mondiale del Commercio) il traduttore ci ha svelato l'esistenza di un'omonima Organizzazione Mondiale Coiffeurs (parrucchieri)!

Il testing ha prodotto discreti risultati solo con parole chiave generiche e non eccessivamente mirate, il che indurrebbe chi desidera avvalersi di tale strumento per lavorare o ricercare, ad utilizzare un software molto più intuitivo e dedicato.

Graficamente abbiamo riscontrato delle irregolarità nell'interpretazione del layout delle pagine tradotte, al punto di ignorare parte dei CSS (fogli di stile) di alcuni siti web.

Il lavoro da svolgere per Google è quindi ancora notevole, il primo motore di ricerca mondiale da anni offre la possibilità di tradurre singole pagine web, ma un traduttore istantaneo universale offre una versatilità ed una finestra sul mondo uniche per chi lavora o ricerca su Internet.

Un settore che di certo potrà beneficiarne è quello del commercio elettronico; si pensi ai numerosi siti di e-commerce tedeschi o cinesi ed alle agevolazioni di cui godranno i tanti internauti dediti allo shopping ed alla ricerca del low price globale.

Vi sono in particolare campi, come quello informatico ed elettronico, in cui molta utenza acquista "meccanicamente" dall'estero, seguendo il "trend" di chi incoscientemente lo ha già fatto, optando per siti dai prezzi vantaggiosi, ma in lingua straniera, senza curarsi di leggere o tradurre le condizioni contrattuali del venditore, esponendosi in tal modo a clausole vessatorie inique o a spese di spedizione esorbitanti.

Google Translate potrebbe avere una portata deflagrante in tutto ciò, soprattutto per le vendite business to consumer (da impresa a consumatore).

In attesa, tuttavia, di consistenti migliorie, accontentiamoci temporaneamente di questo "travisatore" universale.

Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questo approfondimento. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
acbd*

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera e - (Per es. se la parola è ab*dh digita abedh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
CATUSCIA in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"ho fatto un acquisto per telefono che prevedeva merce che avrei pagato dopo un mese circa. Dopo due chiamate del corriere che sarebbe venuto, ahimè niente...."

Andrea in L’IVA nel commercio elettronico...
"L'iva per i prodotti digitali non tangibili ( esempio abbonamento al servizio online della playstation denominato Playstation plus ) e venduto escusivament..."


Giuseppe in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"Salve, ho acquistato un apparecchio elettronico in Korea, mi vogliono fare pagare l'IVA in dogana è regolare?non esiste un accordo di libero scambio con la..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies