ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Lunedì 20 Novembre 2017
Focus

Acquisti sicuri: quali sono le truffe natalizie più temute

Martedì 08 Dicembre 2009
autore: Redazione InterTraders
Giriamo ai nostri lettori un'interessante classifica pubblicata recentemente da McAfee Inc.(nota azienda americana leader nella sicurezza informatica) sulle 12 truffe più temute in previsione del Natale 2009. Si tratta indubbiamente di una valida e interessante elencazione che, oltre a tener conto di quello che è il trend più seguito attualmente nel cybercrime, vuol mettere in guardia tutti coloro che amano l'e-commerce e potrebbero cader vittima facilmente di frodi online.

Vediamo nel dettaglio la classifica, con una breve spiegazione basata su quanto comunicato da McAfee e adattata per i lettori dalla Redazione di InterTraders, con la precisazione che -a parer nostro- non in tutti i punti si tratta strettamente di truffe, ma di espedienti finalizzati alla truffa.

Truffa n.1: Il phishing c.d. caritatevole.
E' costituito da email provenienti in apparenza da noti enti o organizzazioni benefiche che invitano gli ignari destinatari a fare beneficenza e a versare somme attraverso i siti linkati nei messaggi.
Dietro l'invio delle e-mail vi sono in realtà dei criminali che realizzano siti clone di quelli originali dei vari enti, per appropriarsi dei dati bancari o di carta di credito forniti dagli ignari benefattori.

Truffa n.2: False comunicazioni da parte di corrieri e società di spedizione.
Si tratta di email provenienti in apparenza da FedEx, UPS, DHL etc. che comunicano al destinatario la conferma di avvenuta spedizione di un certo pacco. Invitano la vittima ad aprire un file allegato al messaggio affermando che contiene le informazioni relative alla spedizione. In realtà il file è un trojan o altro applicativo malevolo (v. nostro precedente articolo).

Truffa n.3: Richieste di amicizia da vari social network.
In questo caso i criminali inviano a ignari utenti messaggi con "richieste di amicizia" provenienti apparentemente da vari social network. Si tratta di messaggi fraudolenti e la richiesta è solitamente accompagnata da links a siti malevoli che infettano il pc delle vittime o cercano di rubare l'identità dell'utente.

Truffa n.4: Cartoline elettroniche e promozioni festive.
Sono le classiche comunicazioni promozionali inviate da noti marchi o aziende (ad es. McDonald’s) agli utenti. L'email segnala una promozione, uno sconto o offerta natalizia e sembra per grafica e contenuti genuina, ma in realtà è inviata da un malintenzionato e nasconde un link o un allegato malevolo.

Truffa n.5: Bigiotteria in offerta.
Le truffe in questione vengono compiute tramite email che reclamizzano articoli di bigiotteria e orologeria delle migliori marche (ad es. Cartier, Gucci, Rolex etc.) a prezzi stracciati. Il destinatario può essere invitato a visitare un sito infetto o a fare acquisti versando somme di denaro senza mai ricevere la merce.

Truffa n.6: Furto d'identità nel fare acquisti.
McAfee suggerisce agli utenti di non fare mai acquisti usando computer accessibili al pubblico (prosizionati ad es. presso enti, Internet Point, etc.) o sfruttando reti Wi-Fi pubbliche. Il rischio che i dati vengano intercettati e utilizzati da terzi malintenzionati è elevato.

Truffa n.7: Siti fasulli che offrono materiale gratuito.
Molti criminali sanno bene che in prossimità delle feste gli utenti cercano in rete sfondi, screensaver, testi di canzoni natalizie etc. Purtroppo proprio per questo motivo è forte la presenza nel web di siti che dietro tutto ciò nascondono trojan, spyware, adware e altro software malevolo.

Truffa n.8: E-mail con finte offerte di lavoro.
Un trend sempre più diffuso da chi truffa è quello dell'invio di finte offerte di lavoro agli utenti. Spesso con l'opportunità di un valido impiego, viene chiesto alle vittime di versare una somma di denaro a titolo di contributo-pratica da espletare per iniziare il nuovo lavoro. Il denaro, tuttavia, una volta versato dalla vittima, viene incassato dal truffatore che sparisce nel nulla. Altre volte il lavoro c'è realmente, consiste nella ricezione e il reinvio a terzi di somme di denaro, ma nasconde attività illecite quali ricettazione e riciclaggio (sono le c.d. truffe del mulo - v. nostro precedente articolo).

Truffa n.9: Le truffe sui siti di aste online.
Sono un classico di sempre, ma crescono in particolar modo nel periodo natalizio. Il principale campanello d'allarme è dato dalle inserzioni con un prezzo d'acquisto fin troppo basso e conveniente. Compravendite destinate a concludersi con l'invio di denaro da parte dell'acquirente e il mancato inoltro della merce da parte del venditore, che a soldi ricevuti sparisce nel nulla.

Truffa n.10: Truffe conseguenti al furto di password.
In prossimità del Natale il furto di credenziali di accesso -in particolare di password- ai servizi più disparati è elevato. Lo strumento principalmente utilizzato per fare ciò è costituito dai keyloggers, applicativi che, una volta installati sul computer di un utente, monitorizzano l'attività compiuta dalla tastiera, intercettando tutti i caratteri e dati digitati (v. nostro precedente articolo). I dati raccolti possono essere utilizzati per fare un uso distorto dei vari servizi (dalla truffa allo spam).

Truffa n.11: E-mail provenienti in apparenza da istituti di credito.
E' un espediente fraudolento che solitamente si ricollega al classico schema del phishing: il truffatore, dietro una email proveniente in apparenza da un istituto di credito, chiede all'utente i propri dati bancari o di carta di credito con le motivazioni più disparate. I dati della vittima una volta acquisiti vengono riutilizzati subito illecitamente o inseriti in un mercato nero di dati rubati.

Truffa n.12: La truffa legata ai "ransomware".
I ransomware sono applicativi utilizzati dai criminali per ricattare le loro vittime. Una volta infettato il pc della vittima, il ransomware rende inaccessibili determinati files fino a che l'utente non versa al truffatore una certa somma a titolo di riscatto. Nel periodo natalizio è prevista un'impennata del fenomeno.

I trucchi e le precauzioni per evitare di essere truffati sono quelli che da sempre consigliamo su InterTraders: ad es. in caso di email sospetta proveniente da un ente, un organizzazione, istituto di credito o corriere è bene contattare il mittente attraverso il suo sito web (digitando l'indirizzo esatto nel browser e non tramite l'email che ci è giunta o il link in essa presente) o telefonicamente per chiedere spiegazioni e segnalare l'accaduto.
Nei restanti casi invitiamo gli utenti a dotarsi di una valida accoppiata antivirus+firewall e a mantenenrli sempre aggiornati, a fare acquisti solo attraverso il proprio pc e una rete Internet domestica (e non utilizzabile anche da terzi estranei) e a diffidare da quelle aste o offerte anonime eccessivamente convenienti. Per i restanti dubbi oltre a consultare i nostri precedenti approfondimenti invitiamo i lettori a scrivere sul nostro forum, uno dei pochi in Rete dove ogni richiesta di aiuto riceve sempre una risposta.

Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questo approfondimento. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
bacd*

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera e - (Per es. se la parola è ab*dh digita abedh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
CATUSCIA in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"ho fatto un acquisto per telefono che prevedeva merce che avrei pagato dopo un mese circa. Dopo due chiamate del corriere che sarebbe venuto, ahimè niente...."

Andrea in L’IVA nel commercio elettronico...
"L'iva per i prodotti digitali non tangibili ( esempio abbonamento al servizio online della playstation denominato Playstation plus ) e venduto escusivament..."


Giuseppe in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"Salve, ho acquistato un apparecchio elettronico in Korea, mi vogliono fare pagare l'IVA in dogana è regolare?non esiste un accordo di libero scambio con la..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies