ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Lunedì 20 Novembre 2017
Focus

Falsi venduti in Rete: come riconoscere una memoria flash autentica da una falsa

Giovedì 13 Novembre 2008
autore: Redazione InterTraders
Sarà vera o falsa?
Quanti lettori si saranno posti almeno una volta questa domanda dopo aver acquistato una memoria flash su Internet, e quanti, al contrario, avranno dato per scontata la genuinità di una memory card perchè simile per estetica e confezionamento a quelle in vendita nei negozi. Quel che è certo è che tra i tanti articoli che negli ultimi anni catturano l'interesse dei contraffattori vi sono anche le memorie digitali: un business particolarmente redditizio vista la forte domanda presente nel Web e la convinzione di molti utenti che una scheda da tot GB di una certa marca acquistata in Rete, sia sempre in tutto e per tutto identica a quella offerta da un rivenditore ufficiale.

Inutile aggiungere che il luogo di smercio delle memorie incriminate sono prevalentemente i portali di annunci gratuiti presenti in Rete e gli e-marketplace come Amazon ed eBay, caratterizzati da un'offerta varia di articoli a prezzi estremamente vantaggiosi rispetto ai normali esercizi commerciali.

Memorie flash false 01
Vediamo allora quali sono le principali caratteristiche che differenziano una memoria digitale (che sia una SD, Compact Flash, Memory Stick, etc.) contraffatta da una autentica, raggruppando gli elementi distintivi gradatamente in tre punti, da valutare singolamente o nell'insieme per comprendere se abbiamo acquistato (o stiamo per farlo) un falso.

1) La confezione.
Solitamente una memoria contraffatta presenta una confezione non sigillata nel modo tradizionale, ma chiusa con colla o a incastro, pertanto facilmente apribile senza l'uso delle forbici o di un taglierino (v. immagine a seguire).

Memorie flash false 02

Il cartoncino presente nell'involucro di plastica (o lo stesso involucro a seconda del tipo di memoria acquistato) di un prodotto taroccato può presentare loghi o scritte -come quella della capacità in GB- decentrati o di colore diverso rispetto a quelli di una scheda autentica.

Inoltre, molti acquirenti sono convinti che la presenza del famoso "ologramma adesivo" su una confezione sia sufficiente a garantire l'originalità del prodotto; purtroppo non è così, e sono molti ormai i contraffattori che riescono -seppur grossolanamente- a riprodurlo. Pertanto per verificare l'originalità di un ologramma è necessaria un'attenta analisi dell'adesivo, inclinandolo alternativamente sui 4 lati per individuarne all'interno una certa scritta o disegno tridimensionale identificativo del produttore.

Memorie
flash false 03
Anche il manualetto o la garanzia cartacea che accompagna il prodotto, può rivelarne l'origine fasulla; una memory card contraffatta, infatti, presenta solitamente sulla copertina scritte abbastanza generiche (v.immagine a seguire), contornate da un numero seriale ed altri dati identificativi fittizi o incompleti.

Memorie flash false 03
2) La memoria.
Un convincimento particolarmente diffuso nel Web è che le schede contraffatte si distinguono da quelle autentiche per una colorazione più scura del materiale (v. immagine a seguire):

Memorie flash false 04
si tratta a nostro parere di un criterio da valutare con attenzione. Secondo questa teoria, ad es, modelli di memorie SD SanDisk come quelli nell'immagine vista, dovrebbero avere oltre alla classica rientranza nel lato inferiore una colorazione più chiara. Tuttavia, come dichiarano altri utenti e come abbiamo potuto constatare anche noi esaminando ben 10 pezzi ciascuno di provenienza diversa, il colore tipico sarebbe proprio il blu intenso come quello della scheda contraffatta nell'immagine di cui sopra (ovviamente con la rientranza nel lato inferiore).

Un discorso a parte meritano le scritte e i loghi presenti sull'etichetta adesiva incollata alla memoria: solitamente i falsi presentano una qualità di stampa peggiore e una risoluzione più bassa e meno accurata degli originali (v. immagini a seguire),

Memorie flash false 05

Memorie flash false 06

Memorie flash false 07

inoltre, nelle forme più grossolane di contraffazione l'etichetta adesiva è facilmente rimovibile e i testi in bianco stampati sulla parte posteriore o sui lati della memoria (che si tratti del seriale o del semplice "made in ...") si prestano ad una facile cancellazione maneggiando semplicemente la scheda.

3) Il funzionamento.
Quelli visti rappresentano indubbiamente dei criteri utili da seguire per l'acquisto su Internet di una memoria digitale, ma sono tali solo se il venditore collabora prima dell'acquisto inviando ulteriori dettagli fotografici dell'articolo. Ogni "dritta", al contrario, diventa inefficace quando la forma di contraffazione è particolarmente accurata e il riconoscimento del dispositivo falso è possibile solo mettendolo in funzione.

Nel dubbio sulla genuinità o meno di una memoria, il primo consiglio utile che diamo ai lettori è di testare, anzi "stressare" con un software dedicato (nel Web ce ne sono molti gratuiti) la memoria sia in lettura che scrittura; in questo modo non solo è possibile verificarne la reale velocità e integrità, ma anche controllarne la capacità e confrontare il tutto con i dati ufficiali presenti sul sito del produttore.

Un falso presenta solitamente dimensioni diverse -anche di poche migliaia di byte- rispetto all'originale o ha una capacità inferiore rispetto a quella dichiarata sulla confezione, ma soprattutto è fabbricato con materiali scadenti che compromettono la conservazione dei dati nel tempo.

Nonostante tutte le premure e la collaborazione del venditore prima di concludere l'acquisto, è possibile che quest'ultimo "riciclando" foto trovate su Internet vi tragga comunque in inganno, spingendovi all'aquisto della memoria.
Se pertanto la scheda è già nelle vostre mani e nutrite dei dubbi sulla sua autenticità, il modo migliore per fugare ogni dubbio è di: contattare il numero verde del produttore e comunicare all'operatore di turno il seriale e ogni informazione presente sulla scheda o, in alternativa, fare una ricerca in Rete o sui siti dei produttori, consultando le schede dettagliate o le immagini ad alta risoluzione che alcuni di essi offrono dei vari modelli.

Qualora l'articolo risultasse contraffatto è bene in ogni caso cercare di restituirlo al venditore e recuperare il denaro speso; una memoria taroccata, infatti, oltre a essere spesso inaffidabile nell'utilizzo, offre prestazioni paragonabili a quelle di una memoria di scarsa qualità, ma soprattutto non gode di alcuna garanzia convenzionale pluriennale da parte del produttore.


Fonte delle immagini: www.overclockers.com.au e www.videogames.net.au

Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questo approfondimento. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
*cade

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera b - (Per es. se la parola è ab*dh digita abbdh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
CATUSCIA in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"ho fatto un acquisto per telefono che prevedeva merce che avrei pagato dopo un mese circa. Dopo due chiamate del corriere che sarebbe venuto, ahimè niente...."

Andrea in L’IVA nel commercio elettronico...
"L'iva per i prodotti digitali non tangibili ( esempio abbonamento al servizio online della playstation denominato Playstation plus ) e venduto escusivament..."


Giuseppe in Oneri doganali: come calcolarli e come rettificare quelli errati...
"Salve, ho acquistato un apparecchio elettronico in Korea, mi vogliono fare pagare l'IVA in dogana è regolare?non esiste un accordo di libero scambio con la..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies