ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Venerdì 24 Novembre 2017
Focus

E-commerce b2c e diritto: il diritto di recesso nella vendita on line di beni usati.

Lunedì 11 Febbraio 2008
autore: Rocco Gianluca Massa
Un interrogativo che ci viene spesso rivolto dai lettori, relativamente all'e-commerce business to consumer (da impresa a consumatore), riguarda l'applicabilità delle tutele previste dalla legge per il consumatore nel caso in cui la compravendita on line abbia ad oggetto articoli usati.
In particolare un lettore ci chiede:
"Buongiorno, vorrei sapere se il diritto di recesso si applica nelle vendite via Internet al consumatore di articoli usati. Mi e' capitato di trovare siti che lo offrivano e altri che non lo prevedevano, da quanto ho potuto capire essendo la merce usata di regola non dovrebbe applicarsi. Gradirei un vostro parere. Grazie."

Segue la risposta.

Premesso che la ragione per cui vi è il diritto di recesso non è da ricondursi allo stato in cui è venduta la merce (nuova o di seconda mano) ma alla necessità di tutelare il consumatore nelle compravendite a distanza, la vendita di merce usata -che sia un elettrodomestico o ad es un quadro antico- non rientrerebbe tra le esclusioni del diritto di recesso espressamente previste dall'art.55 del D.Lgs. 206 del 2005, c.d. Codice del Consumo.
Norma di seguito riportata per completezza:

"Il diritto di recesso previsto agli articoli 64 e seguenti, nonché gli articoli 52 e 53 ed il comma 1 dell'articolo 54 non si applicano:
a) ai contratti di fornitura di generi alimentari, di bevande o di altri beni per uso domestico di consumo corrente forniti al domicilio del consumatore, al suo luogo di residenza o al suo luogo di lavoro, da distributori che effettuano giri frequenti e regolari;
b) ai contratti di fornitura di servizi relativi all'alloggio, ai trasporti, alla ristorazione, al tempo libero, quando all'atto della conclusione del contratto il professionista si impegna a fornire tali prestazioni ad una data determinata o in un periodo prestabilito.

2. Salvo diverso accordo tra le parti, il consumatore non può esercitare il diritto di recesso previsto agli articoli 64 e seguenti nei casi:
a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata, con l'accordo del consumatore, prima della scadenza del termine previsto dall'articolo 64, comma 1;
b) di fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni dei tassi del mercato finanziario che il professionista non è in grado di controllare;
c) di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati o che, per loro natura, non possono essere rispediti o rischiano di deteriorarsi o alterarsi rapidamente;
d) di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore;
e) di fornitura di giornali, periodici e riviste;
f) di servizi di scommesse e lotterie."


La sua domanda non precisa la natura dell'articolo usato in vendita e pertanto una risposta ulteriormente dettagliata, anche alla luce della giurisprudenza, non mi è possibile fornirgliela. Tenga presente, tuttavia, che qualora per la natura del bene venduto (es. un vaso, un mobile etc.) il diritto di recesso dovesse sussistere, tale diritto è per il consumatore irrinunciabile ed inderogabile e non è rimessa alla discrezione del venditore la sua riconoscibilità.

Inoltre, alcuni dettaglianti escludono "implicitamente" in questo tipo di vendite il diritto di recesso in seguito ad una cattiva interpretazione dell'art. 67 co.2 del decreto legislativo in oggetto. Disposizione che così recita:

"Per i contratti riguardanti la vendita di beni, qualora vi sia stata la consegna della merce, la sostanziale integrità del bene da restituire è condizione essenziale per l'esercizio del diritto di recesso. È comunque sufficiente che il bene sia restituito in normale stato di conservazione, in quanto sia stato custodito ed eventualmente adoperato con l'uso della normale diligenza."

Considerazione ovviamente errata in quanto la sostanziale integrità prevista dalla norma, a mio parere, non si riferisce allo stato (nuovo o usato) in cui è venduta la merce, ma all'integrità/interezza estetica e funzionale dello stesso presente al momento dell'acquisto.

Per completezza ricordo che nelle compravendite a distanza di beni il termine per l'esercizio del diritto di recesso è di 10 giorni lavorativi decorrenti ai sensi dell'art.65 comma 2 e ss. "dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore ove siano stati soddisfatti gli obblighi di informazione di cui all'articolo 52 o dal giorno in cui questi ultimi siano stati soddisfatti, qualora ciò avvenga dopo la conclusione del contratto purché non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa;"

Sempre per i contratti a distanza nel caso in cui il professionista non abbia soddisfatto gli obblighi di informazione di cui agli articoli 52, comma 1, lettere f) e g), e 53, il termine per l'esercizio del diritto di recesso è di 90 giorni e decorre, per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore. Disposizioni che si applicano anche nel caso in cui il venditore fornisca una informazione incompleta o errata che non consenta il corretto esercizio del diritto di recesso.


Rocco Gianluca Massa
esclusiva per International Traders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Ultimi commenti inseriti...
Scritto da giulia il 15/10/2011 alle ore: 13:45
letizia ho avuto un problema simile al tuo e alla fine ho fatto causa e ho vinto,
tu dove li hai presi i pezzi? su ebay?
dovresti vedre le condizioni del venditore prima di comprarla. Io purtroppo mi sono dovuta rivolgere a un avvocato, se non risolvi vedi se trovi uno che sa fare queste cose
in bocca al lupo - Giulia
Scritto da letizia il 14/10/2011 alle ore: 17:02
salce, piu' che commentare l'articolo volevo una consulenza, io ho comprato one line una stampante per le unghie e un compiuter abbinato usati, dal primo giorno che sono arrivati ho sempre lamentato il problema al proprietario, che mi ha sempre ribadito che la stampante prima funzionava, oppure di portare l'oggetto a napoli dove lui abita, ma io sto in umbria e con il lavoro non mi e facile, intanto nel fratempo sono passiti quindici giorni, o rifatto l'ennessima lamentela e il venditore mi ha risposto che il termine per il recesso e scaduto, posso fare qualcosa, grazie mille per l'aiuto
Scritto da Michele il 29/01/2011 alle ore: 12:27
Grazie Rocco per il tuo contributo,
ti sarei grato se potessimo approfondire meglio la tematica.

Come da tua giusta puntualizzazione, la tipologia di bene pu? essere rilevante, facciamo quindi il caso di preziosi o oggetti da collezione.

Si tratta quindi di oggetti il cui valore:
- pu? essere apprezzato solo da un esperto
- potrebbe essere alterato anche da un semplice graffio o da una manomissione intenzionale e non facilmente individuabile da parte dell?acquirente che esercita il diritto di recesso (esempio: sostituzione di un ingranaggio di un meccanismo originale con un ingranaggio non originale)

Ipotizzando di aver stipulato con l?acquirente del bene un contrato (firmato in originale o con firma digitale) in cui si esclude per l?acquirente la possibilit? di esercitare il diritto di recesso anche in forza del fatto che il bene ? disponibile per l?ispezione in un dato luogo.

Sotto tali condizione ? legalmente escludibile il diritto di recesso?
In caso di contenzioso l?esclusione del diritto di recesso prevista in contratto ?reggerebbe??

Grazie moltissime
Michele
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questo approfondimento. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
d*cbe

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera a - (Per es. se la parola è ab*dh digita abadh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
Valentina in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"Ragazzi anche io ho avuto a che fare con il presunto chirurgo, con me era una donna, Manuela Garcia, chirurgo a Granada con la famigliola felice al seguito..."

sara in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"manuela1966garcia@gmail.com questa è la nuova email di questo fantomatico chirurgo ma sta volta è una donna e si chiama manuela Garcia per un appartamento..."

Ciro in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"salve, ho utilizzato piu volte il servizio di spedizioni "spedirecomodo.it" mi sono sempre trovato bene, fino a quando mi e successa una cosa inusuale, eff..."

Marta in La truffa dei cuccioli sbarca nel Bel Paese, le puppy scams anche in I...
"NON ABBIATE A CHE FARE CON martinakurts33@gmail.com E l agenzia con il quale vi mette in contatto. Purtroppo ha molti annunci online e non saprei come den..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies