ATTENZIONE: I cookies del tuo browser risultano disattivati o stai navigando in modalità anonima. Ciò potrebbe limitare alcune funzionalità del sito.
International Traders - L'altro volto dell'e-commerce
Venerdì 24 Novembre 2017
Focus

GdP di Pisa: inutilizzabilità della connessione a Internet, utente risarcibile

Lunedì 04 Maggio 2009
autore: Redazione InterTraders
Segnaliamo ai nostri lettori un'interessante e recente sentenza del Giudice di Pace di Pisa, pubblicata nelle ultime ore da Confconsumatori, relativa ad un procedimento promosso da un utente nei confronti di una nota compagnia telefonica nazionale per l'impossibilità di utilizzare la propria linea ADSL e di conseguenza di accedere alla Rete Internet.

Le ragioni alla base del disservizio -protrattosi per oltre 8 mesi dalla richiesta di intervento da parte dell'utente e “sbloccatosi” solo a seguito di ricorso ex art. 700 c.p.c.- sarebbero da ricondursi alla necessità per la compagnia di collegare al servizio telefonico un altro utente dello stesso stabile abitato dal primo, circostanza per la quale si è resa necessaria l'installazione provvisoria di una apparecchiatura che permetteva sì l'accesso alla linea telefonica a entrambi, ma non supportando il collegamento ADSL, non permetteva più al primo utente di utilizzare Internet.

Risarcimento del danno patrimoniale ed esistenziale, le richieste avanzate dai due difensori del consumatore privato dell'ADSL, gli avvocati Giovanni Longo e Andrea Lupetti.
Secondo questi ultimi, infatti, la compagnia telefonica oltre ad essere responsabile per inadempienza contrattuale ex art. 1218 c.c. (secondo cui “Il debitore che non esegue esattamente la prestazione dovuta è tenuto al risarcimento del danno, se non prova che l'inadempimento o il ritardo è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile”), avrebbe violato il principio di buona fede nel rapporto contrattuale (ex art. 1175 c.c., norma in base alla quale “Il debitore e il creditore devono comportarsi secondo le regole della correttezza”) e la normativa proconsumatore (Legge 30 luglio 1998, n. 281, oggi confluita nel Codice del Consumo) che riconosce come fondamentali ai consumatori e agli utenti il diritto “alla correttezza, trasparenza ed equita' nei rapporti contrattuali concernenti beni e servizi”.

Il Giudice di Pace, rigettando la tesi della compagnia telefonica che sosteneva la non imputabilità ad essa dei problemi tecnici alla base dell'inadempienza, ha invece riconosciuto la mala fede della stessa, responsabile di aver fornito consapevolmente un'apparecchiatura provvisoria sì idonea a permettere l'accesso alla linea telefonica a entrambi gli utenti dello stabile, ma inidonea a supportare la tecnologia ADSL, con grave pregiudizio per l'utente che ne faceva uso, condannandola a risarcire la somma di € 2.582,00 oltre interessi legali, spese e onorari.

L'aspetto sicuramente più interessante della sentenza è dato dal risarcimento del danno esistenziale, riconosciuto dall'Autorità giudicante al consumatore per l'impossibilità di quest'ultimo di poter svolgere regolarmente la sua attività lavorativa con l'ausilio di Internet e per il pregiudizio patito da sua figlia, che utilizzava il collegamento ADSL per ragioni di studio.

Come è evidente, la decisione del GdP appare di notevole interesse, non solo per la fattispecie al centro del procedimento e la responsabilità riconosciuta in capo alla compagnia telefonica per la mancata erogazione del servizio di accesso a Internet, ma per la portata che il contenzioso avrebbe potuto assumere in termini risarcitori se l'utente avesse svolto un'attività di natura commerciale attraverso Internet.

Al seguente link è possibile scaricare il testo integrale della sentenza:

link sentenza


Redazione InterTraders


Hai bisogno di assistenza legale specifica su questa tematica o su argomenti simili legati a Internet?

Se sì, ti invitiamo a consultare le seguenti sezioni direttamente sul sito dello Studio Legale Massa:

In alternativa, puoi contattare direttamente lo Studio ai recapiti indicati nell'apposita sezione "CONTATTACI" (l'assistenza prestata non è gratuita).


Segnala
Stampa
Scroll Up
Home
Inserisci un commento...
Commento:
Scegli il tuo avatar:


Nome:
Indirizzo e-mail: (non obbligatorio)
(Digita il tuo indirizzo e-mail solo se desideri ricevere notifiche sugli altri commenti a questa notizia. E' sufficiente digitare l'indirizzo una sola volta. Con il suo inserimento dichiari di aver letto l'informativa a seguire e di aver espresso il tuo consenso.)
DAMMI UNA NUOVA IDENTITA'
Codice di verifica antispam:
*bcde

Riscrivi nel box sovrastante la parola in rosso che vedi alla sua sinistra, sostituendo l'asterisco * con la lettera a - (Per es. se la parola è ab*dh digita abadh)

InterTraders CommentSys v.2.0
| Ultimi commenti |
Valentina in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"Ragazzi anche io ho avuto a che fare con il presunto chirurgo, con me era una donna, Manuela Garcia, chirurgo a Granada con la famigliola felice al seguito..."

sara in Escrow truffaldini, come riconoscerli ed evitarli....
"manuela1966garcia@gmail.com questa è la nuova email di questo fantomatico chirurgo ma sta volta è una donna e si chiama manuela Garcia per un appartamento..."

Ciro in Il corriere non consegna la merce: chi ci deve risarcire?...
"salve, ho utilizzato piu volte il servizio di spedizioni "spedirecomodo.it" mi sono sempre trovato bene, fino a quando mi e successa una cosa inusuale, eff..."

Marta in La truffa dei cuccioli sbarca nel Bel Paese, le puppy scams anche in I...
"NON ABBIATE A CHE FARE CON martinakurts33@gmail.com E l agenzia con il quale vi mette in contatto. Purtroppo ha molti annunci online e non saprei come den..."
Le più lette
InterTraders è un sito curato dallo Studio Legale Massa © 2007-2017 All Rights Reserved
InterTraders Core v6.0 - Link Informativa estesa sui cookies